Seleziona una pagina

Descrizione

Visto che ogni nostro prodotto è su misura ogni volta che esce un’auto realizziamo la protezione specifica per il vano bagagli come nel caso di Audi A1 seconda serie.

Non è necessario che ci portiate la Vostra auto. Saremo in grado di realizzare il lavoro personalizzato per Voi a distanza.

Il telo cane in questa auto si ancora direttamente alla moquette con velcro abbondante. Il velcro viene posizionato in piccoli pezzi ma in quantità elevata con adesivo specifico e successivamente cucito.

Ogni parte quindi è fornita di velcro che attaccherà direttamente su:

  • i laterali
  • la base del bagagliaio
  • lo schienale dei sedili posteriori

e, data la quantità di velcro, la protezione rimarrà saldamente ferma senza doverci preoccupare se il cane è vivace.

Montaggio salva baule Audi A1 seconda serie

Il montaggio del salva baule su misura per Audi A1 seconda serie è molto semplice ed intuitivo e vi indichiamo qualche passaggio da seguire:

  • Sollevate leggermente i poggiatesta ed inforcate le stecche con le aperture che vedete sulla Tela (una per ogni stecca) e fermate con relativo velcro nella parte anteriore (oltre le stecche).
  • Stendete bene la tela sullo schienale aiutandovi sganciando e scostando leggermente in avanti gli schienali per fare aderire anche alle parti che rimarranno nascoste. Il salva baule proteggerà tutto lo schienale in modo da sfruttarne la larghezza quando dovrete abbattere gli stessi per avere maggiore capacità di carico.
  • Passiamo alla base del bagagliaio e stendiamo bene fino ad i lati e fino alla parte posteriore del baule. Deve coprire perfettamente fino a tutte le estremità altrimenti vuol dire che qualcosa non va.
  • A questo punto non resta che alzare i laterali ovviamente uno per volta. La parte anteriore del fianco dovrà attaccare alla striscia di velcro che vedete cucita sullo schienale mentre il restante velcro dovrà attaccare alla moquette cercando di seguire al meglio le forme della fiancata.

Ci vuole quasi più a leggerlo che a farlo e vedrete che è più semplice di quello che si pensa